Bocciate le proposte di Lega e Pd su ‘tavolo covid’ e vendita dei beni regionali

Scritto da on 25 Maggio 2020

E’ tornato a riunirsi il Consiglio comunale di Campobasso. Cinque ore in una mattinata non certo caratterizzata per velocità nelle procedure e nella discussione. Due le mozioni discusse, entrambe bocciate da parte della maggioranza.

 

Nel primo caso, a presentarla è stato il gruppo della Lega, a firma Tramontano, Pascale e D’Alessandro. I tre esponenti del partito di centrodestra hanno sottoscritto un documento con proposte e iniziative sul tema covid, che come noto ha messo in ginocchio la maggior parte dei cittadini. Per fare qualche esempio, la cancellazione delle tasse alle attività commerciali per quattro mesi, il pagamento alle imprese che lavorano con il Comune, un contributo una tantum per le sanificazioni, la stessa cancellazione del ticket dei parcheggi per un periodo di quattro mesi.

 

Il capogruppo Alberto Tramontano ha puntato soprattutto su un punto, l’ultimo descritto: la volontà di creare un tavolo permanente con tutti i gruppi consiliari: “Vogliamo e possiamo dare un contributo che parte dall’aver ascoltato i cittadini. Penso per esempio alle scuole, sulle quali bisogna iniziare a ragionare in vista della riapertura di settembre, ripensare gli spazi, utilizzare al meglio le palestre per la didattica. Oppure il poter dare gratuitamente ai meno abbienti mascherine e guanti per dare un segnale concreto di sensibilizzazione”.

 

“Nessuno mette in dubbio la totale buona fede e la consapevolezza del momento da parte della minoranza che ha presentato questa mozione – ha detto sulla questione il sindaco Gravina –.  La minoranza, in un periodo simile, deve far sentire giustamente la propria voce e le proprie proposte e su questo, da parte dell’amministrazione tutta, ci deve essere e ci sarà sempre il massimo rispetto”.

 

Entrando nel merito di alcuni temi, “sulla questione dei parcheggi a pagamento sollevata più volte in questi mesi, devo dire che sinceramente non vedo quale beneficio abbia apportato non far pagare i parcheggi pubblici nelle città dove questo è stato stabilito, tant’è che diversi comuni sono poi tornati sui propri passi. Le scelte di un’amministrazione vanno ponderate sotto diversi punti di vista, non ultimi quelli economici e di bilancio”.

 

Per quanto riguarda il mondo della scuola, “è interessato da una serie di cambiamenti che sono però ancora in corso di definizione a livello nazionale e successivamente regionale, per cui su questo tema come amministrazione comunale siamo vigili e attenti alle sollecitazioni che ci arrivano, ma dobbiamo sapere prima cosa decideranno le istituzioni competenti. Il voto contrario – ha concluso il primo cittadino – non è legato a tutti i punti della mozione, tant’è che su alcuni punti c’è condivisione e lo dimostra il fatto che stiamo andando nella stessa direzione, su altri, ovviamente, c’è una legittima diversità di opinioni e vedute”.

 

La replica di Tramontano non si è fatta attendere: “Devo purtroppo riscontrare che questa amministrazione ha questo habitus che non consente un dialogo sereno per costruire insieme dei percorsi. Non è il momento questo delle divisioni, ma purtroppo questo è l’agire dell’amministrazione”. Da registrare il voto favorevole da parte degli esponenti del Partito Democratico, della Sinistra e di tutte le opposizioni. Ma la maggioranza ha bocciato la mozione con 17 voti contrari e 11 favorevoli.

 

Si è passati poi alla discussione della mozione a firma centrosinistra su un tema particolare ma sentito: quello del piano di alienazione deciso dalla Regione Molise per alcuni beni e terreni nella città di Campobasso. Per l’ex sindaco Antonio Battista: “Il Comune dovrebbe chiedere un incontro alla Regione per discutere delle dismissioni e per magari provare a reinvestire in spese di investimento i proventi che dovessero arrivare. Per esempio, c’è, un’area di ben 10 ettari in zona Selvapiana che non sono pochi, anzi. Lì da anni si è pensato di investire in strutture sportive, dallo stadio all’antistadio passando per il campo da rugby. Ecco, in tal senso, coinvolgendo anche il Coni, si potrebbero mettere su progetti interessanti per il futuro della nostra città”.

 

Per il capogruppo dei Popolari, Salvatore Colagiovanni, “le alienazioni che la Regione dovrebbe mettere in atto meritano considerazioni. Non sono avverso alla mozione ma il patrimonio della Regione, a livello di domanda-offerta, sono fuori mercato. Allo stesso tempo, bisogna fare attenzione a non alienare a favore di chi vuole poi edificare in caso di abbattimento e ricostruzione”. Il capogruppo di Forza Italia, Domenico Esposito, ha apprezzato molto la proposta: “Grazie al consigliere Battista e gli altri che hanno sottoscritto la mozione. La richiesta è sicuramente condivisibile in vista di un riassetto dell’intero scenario cittadino”.

 

La sponda però non è arrivata dalla maggioranza. “Ho ascoltato con interesse e la mozione non è peregrina, le motivazioni di fondo sono interessanti e anche condivisibili, anche se si chiede anche di impegnare il comune all’acquisizione delle aree – spiega il sindaco –. Nel concreto, abbiamo atavici problemi su beni immobili nostri che devono trovare una soluzione”. Dunque, mozione bocciata nonostante i voti favorevoli di Colagiovanni, Esposito e Fasolino assieme al centrosinistra e le astensioni della Lega e di Fratelli d’Italia.

 

L’assise è stata aggiornata a venerdì 29 maggio alle ore 8.30.


Canzoni di Natale

canzoni e musiche natalizie

Current track
TITLE
ARTIST

Background
ISCRIVITI GRATIS AL NOSTRO CANALE YOUTUBE
video: oroscopo, almanacco, meteo italia, meteo sicilia, notiziario, politica, eventi, sport, notizie

ISCRIVITI GRATIS AL NOSTRO CANALE YOUTUBE
close-link