SERRADIFALCO. LIBERATA DAI VOLONTARI DEL WWF NELLA RISERVA DEL LAGO SOPRANO UNA POIANA. ERA STATA CURATA NEL CENTRO RECUPERO FAUNA DI AGRIGENTO

Scritto da on 10 Ottobre 2020

SERRADIFALCO. LIBERATA DAI VOLONTARI DEL WWF NELLA RISERVA DEL LAGO SOPRANO UNA POIANA.  ERA STATA CURATA NEL CENTRO RECUPERO FAUNA DI AGRIGENTO

 


Serradifalco. Liberato, presso la Riserva Naturale Orientata “Lago Soprano”, un esemplare di Poiana (Buteo buteo) proveniente dal Centro recupero Fauna selvatica di Agrigento, dove nei mesi scorsi era stato portato dai volontari del WWF per essere curato e riabilitato dopo il ritrovamento in condizioni precarie.

L’animale è stato condotto a Serradifalco da Diego Valenti, operatore del Centro Recupero Fauna di Agrigento, accompagnato dalla biologa e volontaria Ilenia Di Gangi. Ad attenderli c’erano il Presidente del WWF Sicilia Centrale, Ennio Bonfanti, che ha coordinato l’organizzazione dell’evento, con le Guardie venatorie volontarie dell’Associazione, Alessia Calì e Massimo Russo; alcuni funzionari del Settore Territorio e Ambiente del Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta e la Direttrice della Riserva, la biologa Ivana Dell’Utri; Gina Tortorici, delegata di Serradifalco della LIPU e nota ambientalista locale; il veterinario nisseno dott. Andrea Cortese, che aveva prestato le prime cure al rapace; alcuni volontari e soci del WWF (Stefania Sorrentino e Luca Drago), Salvatore Crucillà dell’Associazione di protezione Civile “Marco Aurelio” di Serradifalco e Giovanni Balbo, Guida naturalistica di Feder Escursionismo Sicilia. Alle operazioni di rilascio dell’uccello, svolte ieri mattina, hanno anche assistito i parlamentari del Movimento 5 Stelle on. Dedalo Pignatone, deputato alla Camera, e Ketty Damante, deputata all’Assemblea regionale siciliana.

Dopo aver portato i saluti del Sindaco di Serradifalco Leonardo Burgio, impossibilitato a presenziare per impegni istituzionali, il presidente del WWF Bonfanti ha ringraziato i presenti ed ha illustrato le finalità dell’evento: “con la liberazione della Poiana desideriamo accendere ancora una volta l’attenzione della pubblica opinione sull’esigenza di garantire adeguata tutela alla Riserva lago Soprano: il WWF continuerà ad essere al fianco di tutti coloro che vogliono proteggere questo piccolo ma importantissimo scrigno di biodiversità, un’oasi naturale che – se adeguatamente gestita e valorizzata – potrebbe rappresentare per Serradifalco e la sua comunità una formidabile occasione di crescita”.

Bonfanti ha ricordato che proprio sul Lago Soprano è in atto il progetto SI.V.A.N.N. “Sistema di Vigilanza delle Aree Naturali Nissene”, sostenuto da Fondazione CON IL SUD, grazie al quale settimanalmente una squadra di volontari e Guardie WWF svolge servizi di vigilanza, controllo e monitoraggio ambientale all’interno della Riserva naturale e del “Sito Natura 2000” che interessa il lago(denominato Z.S.C. “Zona Speciale di Conservazione” cod. ITA050003), riconosciuto dall’Unione Europea e sottoposto a speciale regime di protezione. Il Progetto SI.V.A.N.N. – di cui è partner il Libero Consorzio – si prefigge anche di mettere in campo azioni tendenti a riaffermare la legalità ambientale concorrendo al perseguimento delle finalità generali di tutela della biodiversità e del patrimonio naturale, tra cui azioni di tutela e salvaguardia diretta dell’ambiente e degli animali.

Anche la data scelta ha un significato preciso: “il rilascio della Poiana cade anche in prossimità del “World Migratory Bird Day” (WMBD), la Giornata mondiale degli uccelli migratori del 10 ottobre. Si tratta – ha continuato Bonfanti – della celebrazione globale annuale per la sensibilizzazione sulla necessità della conservazione degli uccelli migratori e dei loro habitat. Ha una portata internazionale e nasce come strumento efficace per aiutare ad aumentare la consapevolezza globale sulle minacce affrontate dagli uccelli migratori, sulla loro importanza ecologica e sulla necessità di cooperazione internazionale per conservarli”.

Anche la dottoressa Ivana Dell’Utri, Direttrice della Riserva gestita dal Libero Consorzio di Caltanissetta, ha espresso compiacimento per l’iniziativa ed il suo importante valore naturalistico, realizzata grazie all’apporto dei volontari ed alla collaborazione tra più soggetti. Per l’on. Pignatone “è stata una grande emozione veder restituito alla Natura ciò che spesso l’uomo le toglie. Ringrazio tutte le associazioni e i volontari che si sono spesi per questa causa”, mentre l’on. Damante ha ricordato l’importanza della protezione delle risorse naturali del nostro territorio e la necessità che le aree protette come la Riserva Lago Soprano siano valorizzate e tutelate.

Al termine degli interventi si è proceduto alla liberazione della Poiana all’interno della Riserva: il rapace ha spiccato il volo e si è subito diretto verso i canneti che cingono il lago, habitat dove la fauna trova naturale rifugio e sicurezza; un’ulteriore importante chance per cercare di offrire le condizioni migliori, e meno pericolose, per la reintroduzione in natura della Poiana! In contemporanea, i presenti hanno potuto ammirare le evoluzioni di una coppia di Aquile minori che sorvolavano lo specchio d’acqua, dove erano presenti decine di anatre, limicoli ed altri uccelli acquatici, a dimostrazione della ricchezza di biodiversità che il lago è in grado di ospitare.


– RADIO RCS SICILIA –

Mai sentita una radio cosi'..

Current track
TITLE
ARTIST

Background