Carburanti, prezzi alle stelle. Rischio rincari di viaggi e trasporto merci

Scritto da on 12 Maggio 2021

Stangata per chi deve fare carburante. Salgono, infatti,  ancora i prezzi dei carburanti, spinti dai recenti rialzi delle quotazioni del greggio. Secondo i dati aggiornati del Mise sulla settimana dal 3 al 9 maggio, la verde si è portata in media a 1,588 euro a litro e il diesel a 1,447 euro al litro. In entrambi i casi si tratta del massimo da oltre un anno, per la benzina da gennaio 2020 e per il gasolio da febbraio dello scorso anno. Oltre un euro in tasse, al netto prezzo sotto Ue – Sul prezzo della benzina, arrivato ai massimi da oltre un anno, pesa per circa due terzi la componente fiscale. Secondo gli ultimi dati di Unem, tra Iva e accise le tasse valgono poco più di un euro su un costo complessivo di 1,58 euro a litro. Al netto delle tasse, rileva l’Unione energie per la mobilità, il prezzo italiano è inferiore alla media europea di 3-4 centesimi. Intanto iniziano le prime proteste da parte dei consumatori inferociti, ora che sembra intravedersi uno spiraglio per la ripresa di movimenti e paralizzare mezzi e persone potrebbe essere, questa volta, un lockdown energetico. Insomma i prezzi alle stelle dei carburanti potrebbero essere un disincentivo a a spostarsi, con le ovvie conseguenze nefaste per le già misere tasche di cittadini impoveriti da un anno e mezzo di pandemia. E’ facile prevedere che costerà di più non solo viaggiare ma anche il trasporto di mercve con rincari che graveranno sugli utenti finali, vale a dire i consumatori.


– RADIO RCS SICILIA –

Mai sentita una radio cosi'..

Current track
TITLE
ARTIST

Background