Riaperta Grotta dei Cordari nella Neapolis a Siracusa

Scritto da on 13 Luglio 2021

“Grotta dei cordari” di Siracusa  dopo 40 anni è di nuovo  aperta. Poco distante dall’Orecchio di Dionisio, la Grotta si trova all’interno della “Latomia del Paradiso”, nell’area monumentale della Neapolis di Siracusa nota sin dall’età greca come cava di pietra e prigione e, secondo quanto tramandato dagli storici, trasformata successivamente in giardino, un “paradiso” di alberi di limoni e aranci tipici del paesaggio siciliano. È chiamata così perché i siracusani vi lavoravano le corde con il sistema tradizionale della ruota a mano, favoriti in questo dalla naturale umidità e dall’ampiezza del luogo che permetteva loro di stendere le fibre vegetali e trasformarle in fili. La Grotta è un gioco di luce continuo tra muschi e capelvenere, pilastri e falsi pilastri, amplificato dalla presenza di acqua, di carattere meteorologico o proveniente da alcune falde. Insieme alla Grotta dei Cordari torna ad essere visitabile anche l’adiacente Grotta del Salnitro così chiamata perché vi veniva lavorato il salnitro, un deposito costituito da sali minerali che si trova sulle pareti umide della grotta; la monumentale imboccatura è coperta da un gigantesco masso della volta crollato sul quale sono visibili, in forma quasi di gradinata, i piani di stacco dei blocchi calcarei, segno tangibile dell’estrazione della pietra da questa cava.


– RADIO RCS SICILIA –

Mai sentita una radio cosi'..

Current track
TITLE
ARTIST

Background